"I viaggi della conoscenza”

Il triennio del Liceo Scienze applicate intraprende “i viaggi della conoscenza”!

I liceali del nostro istituto si sono da poco confrontati con lezioni di livello universitario su temi scientifici particolarmente rilevanti. La Prof.ssa Roberta Lucciarini, docente di Scienze naturali del corso, ha infatti aderito all’interessante iniziativa formativa dell’Università di Camerino dal titolo “I viaggi della conoscenza”, che avvicina i mondi scolastico e accademico e permette agli studenti superiori di partecipare gratuitamente, a distanza, a seminari impartiti da docenti dell’Ateneo.

In particolare, Il 15 dicembre scorso, gli studenti del triennio hanno seguito il webinar intitolato “Terremoti e rischio sismico”, tenuto dal Prof. Emanuele Tondi, Professore associato della sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie UNICAM e Direttore della sede INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) presso il medesimo Ateneo, che ha approfondito argomenti come la propagazione e la registrazione delle onde sismiche, la valutazione della forza dei terremoti e la differenza tra pericolosità sismica e rischio sismico. Nel corso del seminario, il relatore ha evidenziato che tutto il territorio italiano è interessato da eventi sismici imprevedibili, ha stimolato i ragazzi a riflettere su come si possa convivere con il terremoto e ha posto l’accento sull’importanza di ridurre il rischio sismico mediante interventi di prevenzione atti a porre in sicurezza gli edifici già esistenti e a costruire nuove strutture con criteri antisismici.

Il 18 dicembre, si è poi tenuto un secondo incontro a distanza sugli "Aspetti farmaco-tossicologici del tabacco e dell’alcool", il cui relatore, il Prof. Roberto Ciccocioppo, è Professore Ordinario alla Scuola di Scienze del Farmaco e dei Prodotti della Salute e coordinatore del gruppo di ricerca dell’Ateneo coinvolto nel prestigioso progetto internazionale legato alle strategie preventive e allo sviluppo di nuove terapie per la dipendenza da oppioidi, nato dalla collaborazione tra UNICAM, Medical University of South Carolina, University of California di San Diego, Queen’s University di Belfast e finanziato dal “National Institute of Drug Abuse”, organismo governativo americano.

Durante il webinar di due ore, sono state affrontate con chiarezza ed esaustività tematiche rilevanti, utili a spiegare i motivi che determinano la maggiore probabilità di sperimentare le sostanze d’abuso durante l’adolescenza a causa della ricerca di novità e di una certa impulsività tipiche della fascia d’età compresa tra i 15 e i 20 anni e gli effetti dell’alcool, della nicotina e della marijuana sull’organismo umano.

Il relatore si è soffermato sui principali aspetti scientifici, come gli intensi cambiamenti che intervengono nell’organizzazione e nelle strutture del cervello durante l’infanzia e l’adolescenza, con attenzione al particolare momento di trasformazioni morfologiche e funzionali e agli stimoli culturali e psicosociali. Ha inoltre evidenziato la peculiare funzione di alcune aree della corteccia frontale e prefrontale, che raggiungono la piena maturazione proprio entro l’età di venti anni, nel bloccare tramite le sinapsi inibitorie le decisioni prese d’impulso sotto la spinta delle emozioni.

Data la rilevanza e l’interesse dei temi trattati, la caratura e la capacità comunicativa dei relatori, l’alto valore formativo e orientativo dell’iniziativa, altri webinar saranno programmati nei prossimi mesi, per proseguire i “viaggi della conoscenza”.